Cessione quote di S.r.l.



A seguito dell’entrata in vig­ore, dal 22 agosto 2008, dell’art. 36 co. 1-bis della legge 6 agosto 2008, n. 133 di con­ver­sione del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, viene pre­visto che gli iscritti nell’albo dei Dot­tori Com­mer­cial­isti ed Esperti Con­tabili pos­sono curare la trasmis­sione all’ufficio del reg­istro delle imp­rese dei trasfer­i­menti di quote di soci­età a respon­s­abil­ità limitata.

La citata dis­po­sizione di legge prevede che:

– l’atto di trasfer­i­mento di cui al sec­ondo comma dell’articolo 2470 del codice civile può essere sot­to­scritto con firma dig­i­tale, nel rispetto della nor­ma­tiva anche rego­la­mentare con­cer­nente la sot­to­scrizione dei doc­u­menti informatici;

– lo stesso è deposi­tato, entro trenta giorni, presso l’ufficio del reg­istro delle imp­rese nella cui cir­co­scrizione è sta­bilita la sede sociale, a cura di un inter­me­di­ario abil­i­tato ai sensi dell’articolo 31, comma 2-quater, della legge 24 novem­bre 2000, n. 340;

– in tale caso, l’iscrizione del trasfer­i­mento nel libro dei soci ha luogo, su richi­esta dell’alienante e dell’acquirente, dietro esi­bizione del titolo da cui risultino il trasfer­i­mento e l’avvenuto depos­ito, rilas­ci­ato dall’intermediario che vi ha provve­duto ai sensi del pre­sente comma;

Ai fini dell’applicazione della norma in esame per trasfer­i­mento di quote deve inten­dersi il solo trasfer­i­mento del diritto di pro­pri­età per atto tra vivi e a titolo oneroso.

La norma, quindi, riconosce ai con­traenti la facoltà di sot­to­scri­vere con firma dig­i­tale l’atto di trasfer­i­mento di quote. Con­dizione impre­scindibile per l’esercizio della facoltà di cui trat­tasi è che tutti i con­traenti siano dotati di una Carta Nazionale dei Servizi (SMART CARD C.N.S.) per la firma digitale.